Come visitare Polignano a Mare senza turisti – Il mio viaggio in Puglia

Esistono città e luoghi naturali, in Italia e nel mondo, che sono talmente belle e famose che richiamano migliaia di turisti all’anno.

Questo è il caso di Polignano a Mare, città della Puglia che affaccia sulla costa Adriatica, in provincia di Bari.

La caratteristica che rende questa città così bella è la posizione scenografica in cui si è sviluppato il suo centro storico; su di uno sperone roccioso a strapiombo sul mare.

La costa che si staglia alta e frastagliata è intervallata da lame, insenature verso l’entroterra, che creano piccole spiagge e grotte.

 

La più importante,  Lama Monachile, è divenuta icona della città ed è la più profonda insenatura di Polignano, caratterizzata da una lunga lingua di sassi, che si apre in una piccola caletta rocciosa nel punto in cui si affaccia all mare.

Attraversata da un ponte, dove passava l’antica Via Traiana, è oggi il punto panoramico più fotografato di Polignano.

 

Tutto il centro storico si sviluppa sulla parte dove la scogliera è più alta, a sud di Lama Monachile, ed è formato da un intervallarsi di stradine lastricate, piazzette, negozi di home made e ristoranti…il tutto rigorosamente bianco.

Vi sembrerà di passeggiare dentro ad una bomboniera!

Di tanto in tanto, qualche stradina si allunga verso lo strapiombo sulla scogliera, dove ci sono varie terrazze panoramiche, da cui si può ammirare l’orizzonte e il blu cobalto del mare.

Il fulcro del paese è Piazza Vittorio Emanuele II, dove vi si affaccia la Chiesa Matrice Santa Maria Assunta in Cielo e il bellissimo Palazzo dell’Orologio.

Per il resto, il modo migliore per apprezzare il centro storico è quello di vagare senza meta per le sue strette stradine bianche.

Troverete scalinate ricche di fiori colorati, scritte e disegni particolari sui muri, facciate di chiese ormai dimenticate e localini da cui fuoriesce una dolce musica acustica.

Non trascurate di ammirare la vista da Terrazza Santo Stefano, dove in passato si è tenuta la Red Bull Cliff Diving, una gara di tuffi internazionale.

 

MA COME VISITARE POLIGNANO SENZA TURISTI?

 

Riuscire a visitare Polignano a Mare completamente senza turisti è impossibile, almeno nel periodo estivo, ma ci sono alcune accorgimenti o cose da fare che riducono drasticamente il flusso delle persone in alcuni luoghi.

 

TOUR IN BARCA PRIVATO

 

Lungo tutto il tratto di scogliere da Lama Monachile verso Monopoli vi sono numerose grotte, tra le più importanti;  Grotta delle Rondinelle, Grotta Palazzese, Grotta dell’Arcivescovado, Grotta Ardito e Grotta delle Monache.

Grotta Palazzese è la più famosa di tutte, poiché nella  parte soprastante vi è stato costruito un ristorante e hotel dall’omonimo nome. Trattasi di una location esclusiva per una cena di classe e romantica (ma anche costosa).

 

Per visitare tutte queste grotte e scoprire tante altre particolarità di questo tratto di costa è possibile partecipare ad un tour in barca guidato.

Varie sono le  compagnie che effettuano questi tour, , solitamente con partenza dal porticciolo di San Vito (qualche chilometro più a nord di Polignano) e la visita alle grotte è intervallata a momenti di svago, qunadoi ci si può tuffare dalla barca e fare il bagno.

Il vantaggio di questa esperienza, oltre che a garantire qualche ora in presenza di poche persone, è la possibilità di vedere la città da un’altra prospettiva!

 

AMMIRARE L’ALBA A POLIGNANO

 

Siete davvero intenzionati a vedere Polignano senza turisti e a vivervi questa città in totale tranquillità ed armonia?

Se siete disposti a farlo,  allora non c’è modo migliore che aspettare l’alba sul promontorio roccioso di Polignano.

Vicino alla Statua di Domenico Modugno c’è un’ampia scalinata che porta a Pietra Piatta, la parte di scogliera opposta alla Terrazza di Santo Stefano.

Questa è una posizione privilegiata per osservare il sorgere del sole, che trafora il cielo proprio dal mare.

Puntate la sveglia, armatevi di una coperta, colazione e un pizzico di pazienza e recatevi qui, su uno dei tanti sassi piatti di questa scogliera, ad ammirare questo spettacolo della natura.

 

Per sapere a che ora esattamente presentarsi nella location che sceglierete per ammirare l’alba è necessario consultare l’orario in cui sorge il sole.
Cercate su Google “Orario alba a Polignano a Mare il 15 Agosto 2020”, per esempio, ed ecco che vi verrà fornita l‘ora esatta in cui il sole inizia a fare capolino dal mare!

Contate almeno 20 minuti prima e quello sarà l’orario ideale per arrivare nella postazione da voi scelta.

Sembra una cosa banale, ma una volta mi è capitato di arrivare tardi ad assistere ad un’alba e la delusione è stata tale, che se mi succedesse nuovamente, non me lo perdonerei mai!

 

In questo modo si ha la possibilità di pregustarsi il momento e nel frattempo osservare il variare dei colori in cielo.

Dapprima un nero intenso, poi un blu scuro, un viola e un bordeaux, poi arriva l’arancione…un po’ più intenso, un po’ più chiaro…il mare inizia a tingersi di questi colori…ed infine il giallo!

Una vista che riscalda il cuore, un’esperienza totalmente diversa da quella del sole al  tramonto!

 

Noi siamo arrivati a Polignano verso le 5:40 del mattino, il sole ha iniziato a sorgere sulle 6:10 e siamo rimasti ad ammirarlo fino alle 7:00 del mattino.

Essendo la fine di Agosto non eravamo gli unici, insieme a noi almeno altre 4 coppie, ma in confronto al giorno prima, quando abbiamo passeggiato per il centro affollato, è stata tutta un’altra storia.

Dovete sapere poi che, dalle 7:00 alle 10:00 di mattina, Polignano è pressoché deserta, quindi dopo un breve giro per il centro storico, abbiamo fatto il nostro primo tuffo dalle scogliere di Lama Monachile alle 8.00 del mattino!

Acqua calma, poche persone…il sole già alto nel cielo, scaldava la temperatura e così abbiamo trascorso due delle ore più belle di questo viaggio in Puglia tuffandoci, facendo immersioni ed esplorando le piccole grotte vicine. 

 

COME SCEGLIERE LA SPIAGGIA GIUSTA

 

Certo, sarebbe bellissimo prendere il sole nel cuore di Polignano, nella spiaggetta sassosa di Lama Monachile, peccato che dalle 10:00 di mattina fino a sera sia praticamente impossibile riuscire a trovare un posto per stendere l’asciugamano da mare!

Per non parlare di piantare un ombrellone o di appoggiare lettini e sdrai.

Non temete però, perché esistono lungo la costa, vicino a Polignano, tante altre calette e spiagge meno turistiche ed ugualmente affascinanti.

 

Poco più a nord di Polignano, a soli 10 km di distanza, si trova San Vito.

San Vito è una piccola frazione di Polignano, caratterizzata da un pittoresco porticciolo di pescatori, dalle rovine di un’abbazia, da due ristoranti, da  un’antica Torre Saracena e da una caletta rocciosa.

Questa zona è caratterizzata da antiche vasche per la raccolta del sale che ad oggi sono in rovina, ma che creano delle piscinette dove l’acqua è bassa e trasparente.

Questa location è perfetta per gli amanti dei posti isolati, un po’ selvaggi, con pochi turisti – è infatti caratterizzata dalla presenza di persone del posto –  e per chi ama esplorare i fondali marini con la maschera subacquea.

 

Un’altra spiaggia da prendere in considerazione, in alternativa a Polignano, è Cala Incina.

Questa caletta si trova a sud di Polignano, a soli 4 km in direzione Monopoli.

Anche qui sorge un’antica Torre Saracena, da cui un breve sentiero consente di raggiungere l’antico porticciolo, ormai in disuso.

Proprio qui, tra alcune barchette in legno colorato vi è una spiaggia acciottolata (non vi è sabbia), in cui i locali creano delle vere e proprie tendopoli con ombrelloni, materassini e teli.

La caratteristica di questa spiaggetta è la presenza di camminamenti e passaggi scavati nella scogliera, che creano  tanti punti d’ombra e spazi da cui poter fare i tuffi.

Acqua calma e cristallina, l’ideale per trascorrere un po’ di ore al mare senza troppa confusione.

 

DOVE MANGIARE A POLIGNANO A MARE

 

Prima ancora  di conoscere Polignano come città turistica da visitare, ne avevo sentito parlare, perchè tra noi giovani era diventata quasi più famosa per la presenza di Pescaria.

Pescaria é un locale di ristorazione che propone hamburger di pesce gourmet e crudi di pesce freschi e gustosi.

Questa hamburgheria è diventata talmente famosa che ha aperto un franchising a Milano e nella piazzetta in cui si affaccia, a Polignano, ci sono sempre file chilometriche, sia per pranzo che per cena.

Ormai questo locale è diventato una vera e propria istituzione e sarebbe un peccato non riuscire ad assaggiare qualcuno dei suoi piatti.

Per cui la soluzione migliore, se volete pranzare qui, è quella di mettersi in fila sulle 11:45 del mattino, quando avrete davanti al massimo 10 persone e riuscirete a gustarvi i primi panini della giornata sulle 12:00.

Tenete bene a mente che in Puglia, come in tutto il sud Italia del resto, si ha l’abitudine di mangiare tardi.

 

Dopo il boom dei panini al pesce di Pescaria, sono sorti altri localini in tutta Polignano, specializzati in panini al pesce, molti dei quali collocati in Via Roma, una delle vie principali del centro storico. 

 

Il Comune di Polignano a Mare fa parte della provincia di Bari, per tanto si può ancora trovare dell’ottima focaccia barese.

La più buona del paese è La Focacceria di Delle Noci Marco, antico forno posto a nord della Lama Monachile. 

Un’ottima alternativa tuttavia è Fcazz e Birr, dislocato esattamente dal lato opposto del ponte, dove abbiamo mangiato un’ottima focaccia tradizionale con i pomodorini e una con le patate.

 

Dopo aver girato in lungo e in largo per il centro di Polignano sotto il sole cocente, il locale storico Super Mago del Gelo Mario Campanella, è l’ideale per una pausa rinfrescante mangiando una gustosa granita.

 

Come dico sempre, non dobbiamo lasciarci spaventare da quello che sentiamo raccontare dalle persone che sono state prima di noi in un luogo.

Per alcuni Polignano è un caotico incubo estivo in cui rimanere solo un paio d’ore, per altri è una meraviglia italiana da ammirare solo in foto per paura di trovarsi risucchiati in un vortice di gente.

Ma Polignano per me, visitata con questi escamotage, è stata una delle tappe più belle del mio viaggio in Puglia!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.