Cosa fare a Rio Dulce: un po’ di caraibi in Guatemala

La nostra quinta e penultima tappa del viaggio on the road in Guatemala è stata Rio Dulce.

Rio Dulce è una piccola città che si sviluppa nel punto in cui il Lago di Izabal si trasforma in un fiume, per l’appunto chiamato Rio Dulce, e dopo un percorso di 43 km, sfocia nel Mar dei Caraibi presso la città di Livingstone.

Lungo il suo percorso però, a circa 10 km dal mare, il fiume diventa un piccolo lago chiamato El Golfete.

 

Rio Dulce anticamente era una città di frontiera, la cui principale attività era il commercio marittimo, ma attualmente è il turismo che fa di questo paesino una tappa imperdibile in un viaggio in Guatemala.

La città si è sviluppata lungo una strada asfaltata, piuttosto trafficata, e intorno al ponte che collega le due sponde del fiume.

A primo sguardo può sembrare un posto vuoto, puzzolente e caotico; ma è un ottimo punto di partenza per rintanarsi in uno degli hotel lungo il corso del fiume, avvolti dalla natura, o fare un tour verso la vicina Livingstone e la costa caraibica.

Lungo tutto il percorso del fiume, fino a Livingstone, sulle sue sponde sono situati  resort più o meno lussuosi, circondati da piccoli porticcioli in legno con barche e yacht di svariate dimensioni ormeggiate e pronte per prendere il largo verso il Mar dei Caraibi.

 

Quindi la prima cosa da fare è trovare un posto dove alloggiare che soddisfi i propri gusti, poiché con ogni probabilità  ci si trascorrerà abbastanza tempo.

Noi abbiamo scelto di alloggiare al Dreamcatcher Eco Lodge, un hotel un po’ particolare, costruito all’interno di un’insenatura del fiume, composto da tante piccole casette fatte con lamiere di alluminio sospese sull’acqua come fossero palafitte.

Una struttura centrale funge da reception, bar e ristorante con svariati bungalow disposti intorno, collegati da passerelle in legno, il tutto protetto da alti alberi che crescono rigogliosi  lungo la riva del fiume.

Solitamente per raggiungere gli hotel, lungo il corso del fiume tra Rio Dulce e Livingstone, è necessario prendere una barca e il trasporto di andata e di ritorno solitamente vengono offerti proprio dall’hotel.

Purtroppo però qualsiasi altro spostamento voi vogliate fare durante la vostra permanenza nel resort sarà a pagamento,  pertanto  è importante scegliere un alloggio con una buona cucina, al fine di limitare gli spostamenti alla ricerca di un buon ristorante.

 

Questa zona del Guatemala è un po’ più costosa di quelle visitate fino ad ora; come il Lago Atitlan o Semuc Champey, perché Rio Dulce è una città piuttosto internazionale.

Molti americani e stranieri infatti hanno deciso di mettere radici ed stabilirsi ad abitare in queste zone. 

La maggior parte possiede una barca o uno yacht ed è proprietaria di ristoranti o resort.

Insomma, si respira proprio un clima di vacanza perenne e si inizia ad intravedere il mood festoso dei caraibi.

Le attività che si possono fare a Rio Dulce sono numerose, per cui è proprio impossibile annoiarsi.

 

TOUR IN BARCA A LIVINGSTONE

 

Un tour in barca per Livingstone si può acquistare direttamente nel proprio hotel oppure presso il porto di Rio Dulce, posto proprio sotto al ponte della città.

Anche l’ostello Backpackers, posto proprio sotto il ponte, ha un’ottima agenzia con un banco informazioni molto efficiente che organizza trasporti e tour.

Il tour consiste nella navigazione del fiume da Rio Dulce a Livingstone a bordo di una piccola barca.

Il tragitto dura circa 1 ora e durante tutto il percorso è possibile ammirare le bellezze naturali che riserva questo posto.

La principale attrattiva di questa zona del Guatemala infatti,  non sono i resort più o meno lussuosi in cui si può alloggiare, ma la natura che li circonda.

Il suono dell’acqua che si increspa al passaggio delle barche, la leggera brezza calda che fa svolazzare i capelli e i vestiti, gli aironi che spiccano il volo non appena un’imbarcazione gli si avvicina, i grandi alberi che crescono lungo le rive del fiume e la tranquillità perenne che dimora in questa zona.

Livingstone non è una città molto diversa da Rio Dulce, sicuramente è meno caotica e ci sono più case di gente del luogo, dipinte con  tanti colori vivaci. 

Uno dei motivi che spinge i turisti a visitare questa città è la sua popolazione: infatti a Livingstone risiedono i Garifuna, una popolazione che ha antiche origini africane.

Dopo il tempo libero che viene lasciato per scoprire la città, il rientro a Rio Dulce è pianificato in giornata.

Solitamente questi tour partono alle 8/9 della mattina o alle 14 del pomeriggio. Attenti a non arrivare più tardi di quest’ora perché non è più possibile effettuare il tour.

Il costo è di circa 200 Q a persona.

 

TOUR IN BARCA A LIVINGSTONE E A PLAYA BLANCA

 

Questo tour è pressoché uguale a quello precedente, con la differenza che dura tutta la giornata perché la barca, dopo una breve pausa a Livingstone, prosegue verso l’unica spiaggia caraibica del Guatemala: Playa Blanca.

Non vi aspettate nulla di eccezionale, per chi ha già visto spiagge del Belize, Honduras, Cuba o altri stati caraibici, rimarrà deluso.

Playa Blanca è una piccola striscia di sabbia bianca distante circa 15 km da Livingstone e raggiungibile solo via mare da motoscafi al costo di circa 150 Q.

La spiaggia è abbastanza curata, con lettini, ombrelloni e qualche chioschetto gestito da locali, che vendono frutta fresca. Si può accedere alla spiaggia al costo di 20 Q.

Purtroppo il mare non è un granché lungo la costa guatemalteca, quindi molti decidono di non recarvisi neppure.

Rimane a vostra discrezione decidere se dedicare un giorno alla visita di questa spiaggia o meno, noi ad esempio, sia per problemi di tempo, ma anche per via delle non tanto entusiasmanti recensioni, abbiamo deciso di non affrontare questo tour. 

 

CANOTTAGGIO SUL FIUME

 

Molti resort lungo il Rio Dulce noleggiano canoe per 1, 2 o 3 persone da poter usare per visitare le varie insenature del fiume.

Il nostro hotel offriva questo servizio e ci è sembrato il modo migliore per poter ammirare da vicino il fiume con le sue piante, uccelli e pesci.

Spostarci sopra alla nostra canoa ed immergerci completamente nella vegetazione che circonda questo fiume ci è sembrato davvero avventuroso, un’esperienza magica, accompagnata anche dal calare del sole che tingeva tutto di arancione.

L’intera zona oltretutto è abitata da scimmie, che non si fanno certo problemi alla presenza dell’uomo, infatti abbiamo assistito alla scena di una scimmia che è entrata nella camera di una signora, fatta interamente di paglia, di un resort accanto al nostro per prendere qualche oggetto che era rimasto incustodito sopra a un tavolino.

 

VISITA AL CASTILLO DE SAN FELIPE

 

Il Castello de San Felipe si trova a circa 3 km da Rio Dulce, lungo le sponde del Lago Izabal.

La fortezza fu costruita per contrastare le incursioni dei pirati e saccheggiare i villaggi della zona, ma nel 1686 un gruppo di pirati la conquistò ed incendiò.

Quando la pirateria scomparve dai caraibi questo forte venne adibito a prigione.

Oggi giorno è possibile visitare il castello e il parco adiacente in cui è immerso al costo di 25 Q.

Si può partecipare a visite guidate o semplicemente scoprire il forte in autonomia. Considerate che non è di grandi dimensioni ma ben restaurato e conservato.

 

 

Dopo la visita è possibile:

 rilassarsi nel grande parco punteggiato da palme lungo le rive del fiume, 

fare un giro nel lago con barche che partono ogni tanto da un piccolo porticciolo vicino al castello, fare sport d’acqua 

semplicemente fare un pic-nic come abbiamo fatto noi.

Questo posto è un gettonatissimo punto di ritrovo delle famiglie guatemalteche che vogliono passare una giornata di svago.  

 

 

Per arrivare al castello di Rio Dulce ci sono due modi: via mare, con una lancia privata o pubblica, che parte dal porto di Rio Dulce, o con i mezzi pubblici che non sono altro che piccoli minivan al costo di circa 15 Q a testa che fermano all’angolo tra la strada principale e quella che porta a El Estor.

Le fermate non sono segnalate, quindi chiedete ai locali che molto volentieri vi indicheranno il punto preciso. Per noi questo è stato il primo tragitto su mezzi di trasporto locali e non turistici/privati, un’esperienza assolutamente da provare. 

 

GITA ALLE CASCATE CALDE DI  EL PARAISO

 

I proprietari del nostro resort ci hanno consigliato la gita alle Casacadas Calientes El Paraíso che si trovano sempre nei pressi del Lago di Izabal ma spostate un po’ più verso l’entroterra.

Questa cascate calde sono una piccola oasi naturale, raggiungibile con una breve camminata, dove numerose famiglie locali decidono di trascorrere la giornata in totale relax.

Per raggiungere le cascate è necessario prendere un minivan pubblico verso il Bingalows Restaurant, oppure chiedere a un’agenzia a Rio Dulce di organizzarvi l’escursione.

 

DA-PER RIO DULCE

 

Per arrivare a Rio Dulce ci sono due strade, se siete a Semuc Champey, come eravamo noi, è possibile organizzare il trasporto tramite il vostro hotel a Lanquin e là per arrivare a Rio Dulce contate almeno 6 ore, altrimenti se partite da Antigua o Guatemala City la strada sarà più breve e tutta asfaltata.

Da Rio Dulce è possibile poi spostarsi verso Flores, città base per visitare il sito Maya di Tikal, in pullman.

Noi abbiamo chiesto la nostro resort che ci ha indirizzato all’agenzia dell’ostello Backpackers, da qui abbiamo preso un pullman privato verso Tikal, il viaggio dura circa 4 ore e 30. (diffidate dal tempo di percorrenza che vi indica Google Maps)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.