Scoprire Lubiana in 1 giorno: Itinerario per la città

Lubiana è la capitale della Slovenia, una città piccola, moderna e adatta ad ogni tipologia di viaggiatore.

Non avrei mai pensato che Lubiana fosse una città così giovane ed innovativa, come ogni altro posto della Slovenia è tenuta molto bene…raro trovare cartacce a terra o marciapiedi sconnessi, ogni strada e locale sembrano curati nei minimi dettagli.

E’ una città che ha subito particolari influenze dalle nazioni vicine, come ad esempio nel cibo o nell’architettura, fra i suoi abitanti annovera molti studenti universitari fuori sede e lavoratori provenienti da altre nazioni, un vero miscuglio di tradizioni e culture.

Si possono trovare svariati ristoranti greci, serbi ed italiani, così come localini per fare l’aperitivo, che tanto mi hanno ricordato la nostra Italia, graziosi ponticelli che passano sopra al fiume che taglia in due la città e un castello medievale che la domina.

 

Durante il nostro tour on the road della Slovenia, abbiamo deciso di dedicarle un’intera giornata.

Voi vi chiederete, ma non è poco una sola giornata per una capitale Europea?

Generalmente si, ma il centro storico di Lubiana è compatto, tutte le principali attrazioni e luoghi da vedere sono vicini gli uni agli altri ed è possibile effettuare gli spostamenti tranquillamente a piedi o in bicicletta.

Per ottimizzare i tempi e cercare di assaporare più aspetti possibili della città abbiamo pensato a questo itinerario:

 

I PONTI DI LUBIANA

Il primo ponte che si incontra nel centro storico di Lubiana venendo da est è il Ponte dei Draghi, con posizionate alle estremità delle statue che raffigurano per l’appunto dei draghi. 

Fu costruito negli anni 1900-1901 e fu la prima costruzione in cemento armato nella città, che andò a sostituire un ponte in legno. Inizialmente al posto delle sculture dei draghi erano previsti dei grifoni. Ma poi si scelse di mettere dei draghi che oggi giorno sono il simbolo della città e dell’intera nazione.

 

Subito dopo si incontra il Ponte dei Macellai, un ponte pedonale che collega il mercato di Lubiana con la sponda del fiume. Realizzato nel 2010 ha un’architettura semplice ma moderna, con pavimento in vetro ai lati e le statue di Adamo ed Eva, Satiro e Prometeo.

Qui le coppie di innamorati attaccano i loro lucchetti con dediche d’amore.

 

Subito dopo ecco il famoso Triplo Ponte, che collega il centro storico medievale con il centro nuovo.

Costruito nel 1842 da un architetto italiano in pietra glinica e calcestruzzo.

E’ una struttura davvero affascinante che può ricordare il caratteristico Ponte dei Trepponti a Comacchio, nel ferrarese.

 

Per ultimo ma non meno importante, dopo il Triplo Ponte si trova il ponte pedonale Ribja da cui si può godere di una bellissima vista sul Triplo Ponte e la chiesa color salmone denominata Chiesa francescana dell’Annunciazione.

 

MERCATO CENTRALE

Io lo dico sempre, per scoprire bene una città e capirne la sua essenza bisogna visitare il suo mercato!

Quello di Lubiana si tiene ogni mattina nella piazza dietro alla Chiesa di San Nicola e sotto i porticati di un palazzo, sul lungofiume vicino al Ponte dei Macellai.

Si può trovare di tutto, dai vestiti alla carne, dai contadini che espongono la verdura di stagione ai pescivendoli.

Inoltre si trovano molti banchi che vendono prodotti home made e furgoncini che propongono un po’ di street-food.

Noi ci siamo fermati in uno di questi,  che offriva dell’ottimo pesce fritto e insalata fredda di pesce. 

In Slovenia più ci si allontana dalle montagne più la cucina regala ottimi piatti tradizionali a base di pesce.

 

CATTEDRALE DI SAN NICOLA

Su un lato della piazza dove si svolge il mercato, si trova l’unica cattedrale della città, la Cattedrale di San Nicola.

In stile barocco, da fuori sicuramente bellissima, risalta per la sua architettura. Volendo si può entrare per ammirare gli affreschi in stile barocco di Giulio Quaglio. 

L’ingresso è a pagamento e noi rinunciamo ad entrare. Per una volta abbiamo deciso di goderci la visita della città trascorrendo più tempo possibile tra le sue strade e la sua gente invece che in luoghi chiusi.

 

CASTELLO DI LUBIANA

Dalla via Studentovska, nei pressi della Cattedrale di San Nicola, inizia un sentiero che conduce in cima alla collina della città. Quassù si erge il bellissimo Castello di Lubiana. Completamente ristrutturato e quindi in perfetto stato, regala una vista pazzesca su tutta la città.

Fu costruito inizialmente come struttura difensiva in epoca medievale e successivamente divenne sede dei signori di Carniola. Oggi giorno è possibile visitare la torre, le prigioni, varie stanze adibite a  mostre di arte contemporanea o dedicate alla storia della Slovenia.

La corte centrale, inoltre, è un ottimo spazio dove poter trascorrere qualche momento di riposo seduti su panchine o nel bar del castello.

Eventualmente per giungere dal centro al castello è possibile prendere anche una funivia, ma il tragitto è talmente breve che noi lo abbiamo ritenuto superfluo.

 

CENTRO STORICO

Se dal castello, per ridiscendere la collina, si intraprende la via Osojna Pot e poi si prosegue nella via Na Grad, ci si ritrova nella strada principale del centro vecchio di Lubiana.

La via in questione si chiama Stari e lì dapprima si incontra la Chiesa di San Giacomo, poi la Fontana di Ercole in una deliziosa piazzetta molto ben curata.

Percorrendo questa via acciottolata, si arriva poi in Via Mestni, tra negozi di artigianato e ristorantini di cucina tipica, giungendo infine alla piazza principale di Lubiana,  dove si trova il Palazzo del Municipio e la bellissima Fontana del Robba.

Da qui lo sguardo spazia verso il Triplo ponte in lontananza e la famosa chiesetta color salmone che gli fa da sfondo.

 

CHIESA FRANCESCANA DELL’ANNUNCIAZIONE

 

Probabilmente la chiesa più famosa di Lubiana, la Chiesa Francescana dell’Annunciazione è di un particolare color salmone che spicca tra i palazzi del centro storico.

Costruita in stile barocco è composta da una navata centrale e due file di cappelle laterali, gli affreschi attualmente sono rovinati da crepe a causa di un terremoto, che in passato ha colpito l’intera città. 

 

TRUBARJEVA CESTA

Se cercate qualcosa di meno turistico, questa deliziosa strada quasi interamente pedonale e lastricata che costeggia il lungofiume lato ovest fa al caso vostro.

Trubarjeva Cesta è più di una semplice via, racchiude l’anima etnica di questa città, un mix di etnie perfettamente in simbiosi tra di loro!

Con ristoranti, bar e cafè in stile arabeggiante, è un piacere passeggiare tra i suoi marciapiedi, soffermarsi ad ammirare i graffiti e osservare i piccoli bottegai che aprono i loro negozi.

METELKOVA MESTO

Questa zona di Lubiana, un po’ spostata dal centro ma comunque raggiungibile tranquillamente a piedi, si trova vicino alla stazione.

Si tratta di un’ex caserma resa oggi centro culturale alternativo della città.

Quando nel 1993 la caserma fu abbandonata, un gruppo di intellettuali ed artisti alternativi occuparono la zona con l’intento di non farla demolire.

Nell’arco degli anni sono state realizzate opere sugli edifici stessi, le strade, gli alberi e tutte le zone che facevano parte di questo complesso, creando così un museo d’arte a cielo aperto.

Oggi giorno la zona è ancora frequentata da artisti e di sera si possono trovare diversi locali per bere, mangiare e ascoltare musica dal vivo.

Attenzione però a non fotografare durante il giorno le persone, ma a limitarsi soltanto a fotografare le opere d’arte. Questo perché le persone che troverete qui ci tengono a non far si che diventino “pagliacci da circo” e vogliono mantenere un profilo basso.

Mi ha ricordato molto Christiania a Copenaghen.

DOVE MANGIARE A LUBIANA

Lubiana è una città viva che alla sera si anima. Infatti ci sono tantissimi localini per bere qualcosa e fare l’aperitivo ma anche per il dopo cena. Vi consiglio di sceglierne uno situato lungo la sponda del fiume e che abbia i tavolini fuori.

Non c’è cosa più bella che respirare un po’ del clima frizzante di questa città quando si avvicina il tramonto.

Se invece volete una vista di Lubiana ancora più particolare, recatevi al rooftop di Nebotičnik – Skyscraper, oltre a cocktail particolari avrete una vista pazzesca sul Castello di Lubiana.

Per una cena tipica e in un locale frequentato quasi esclusivamente da locali, Abi Falafel è perfetto. Si tratta di un piccolo ristorante israeliano dove fanno falafel e hummus di ceci davvero squisiti. Qui l’arredamento è curato e particolare, anche i piatti sono ben presentati e saltano all’occhio per i loro colori sgargianti.

Tutta Lubiana è piena di ristorantini più o meno turistici che vale la pena provare.

 

Questa piccola capitale europea ci ha decisamente conquistati! E’ stata un’ottima deviazione dalla natura che fino ad ora avevamo incontrato in Slovenia. E’ una città in cui vivrei, a misura d’uomo, allegra, affascinante e ricca di scorci unici da poter fotografare.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.